Enrico Remmert è nato nel 1966 a Torino, dove vive e lavora.

Il suo romanzo d’esordio, Rossenotti, scoperto da Grazia Cherchi, è stato pubblicato da Marsilio nel 1997 e ha vinto nello stesso anno il Premio Chianciano e il Premio Tuscania.

Nel 2002 è uscito il suo secondo romanzo La ballata delle canaglie, finalista dell’IMPAC Dublin Literary Award e di uno dei più prestigiosi premi letterari anglossassoni, l’Indipendent Foreing Fiction Prize.

Negli anni seguenti, insieme a Luca Ragagnin, ha curato una trilogia dedicata a Bacco, Tabacco e Venere: tre libri dalle varie anime (antologie di citazioni, saggi letterari, raccolte di aforismi) tra cui il fortunato Elogio della sbronza consapevole.

Traduttore dall'inglese (The Muppet Show, Edizioni BD), Remmert ha inoltre collaborato con numerose riviste (Rolling Stone, GQ, Slowfood, Satisfiction), programmi tv (Camera Cafè, Masters of Magic, Cartoon Magic) e case di produzione (firmando spot, cortometraggi, documentari e collaborando alla sceneggiatura di alcuni film, tra cui Aspettando il sole di Ago Panini).

Ha inoltre messo in scena spettacoli con Assemblea Teatro, Crab Teatro e con il Teatro della Tosse di Genova (fra cui il fortunato 2984).

Alla fine del 2010 sono usciti quasi contemporaneamente il suo terzo romanzo Strade Bianche e la fiaba Il viaggio semiasciutto di Ulisse il pesce volante, scritta insieme a Luca Ragagnin e illustrata da Paolo D’Altan (che nel 2011 ha vinto il Premio Andersen come miglior illustratore italiano).

I libri di Enrico Remmert sono tradotti in una decina di lingue.

ebimedialab